Musica classica e social media, come riflettere sui trend del 2022

Musica classica e social media, come riflettere sui trend del 2022

Quando leggiamo i trend dei social media dell’anno che sta arrivando, c’è quell’attimo di ansia e preoccupazione che ci fa pensare e ora? Ce la farò? Sono al passo con i tempi? Devo fare anche questo? 

Noi di Amusart ci occupiamo di promozione, comunicazione e marketing della musica classica,  quindi quando leggiamo i nuovi trend cerchiamo sempre di analizzarli pensando alla pagina di un musicista, a quella di un’istituzione, associazione, scuola. Perché ogni novità che arriva dal mondo dei social deve essere interpretata e sfruttata per i nostri scopi comunicativi. Non bisogna quindi fermarsi alla novità con scetticismo ma capire quale può essere l’opportunità. 

Negli ultimi mesi sono uscite le classifiche dei trend per i social media nel 2022. Ne hanno parlato un po’ tutti. Come possiamo leggere i trend e iniziare a riflettere su come possono essere un vantaggio per noi? Partiamo da quella che riportano un po’ tutti:

 

  1. TikToK 
    Sarà di fatto la piattaforma social più diffusa al mondo.
    Dobbiamo quindi aprire un account? Se si hanno le capacità e i contenuti adeguati assolutamente sì. Se il pubblico a cui ci rivolgiamo è in target allora vale la pena approfondire. Soprattutto se sei un’associazione, una scuola di musica, un conservatorio o un’istituzione di musica classica in cerca di utenti giovani, allora direi che è arrivato il momento di prendere in considerazione questo social. 

    Una considerazione importante da fare è riflettere sul tipo di contenuti per cui questo social è diventato famoso: i video. Perché se questo contenuto viene usato dal social più famoso al mondo influenzerà (come ha già fatto per altro, vedi Instagram) anche l’andamento di altre piattaforme, il gusto, le preferenze degli utenti sui social.
    Ed ecco che veniamo ad un altro trend del 2022.

Sapevi che Amusart ha una community dove si parla di social media e musica classica e non solo? Vuoi farne parte? Iscriviti alla nostra Newsletter e il gioco è fatto!

2. Video
Lo avevamo “intuito” dopo la nuova scelta di Instagram di unire la vecchia IGTV, le dirette e i video in un unico spazio dedicato, mettendo a disposizione tantissimi tool per attirare gli utenti. Si va in questa direzione su tutto. I contenuti video saranno il futuro anche dell’advertising.
Short-form video come vediamo riportato su Forbes, che lo mette al quarto posto dei trend del 2022. 

Any marketer who is working on brand building should take advantage of the popularity of short-form video content on social media. Bite-size content shared on channels such as TikTok, YouTube Shorts or Instagram Stories can be used to engage with customers in a short period of time while still maintaining your brand’s voice and messaging goals.

Donna Robinson, Collective Measures [Forbes]

3. Social shopping 

Il Social Media Trends Report di Talkwalker, l’agenzia che stila ogni anno uno dei report più importanti sui nuovi trend, prevede che nel 2022 i social network diventeranno sempre più canali di vendita diretta. Gli utenti potranno acquistare direttamente nell’App senza mai uscire dalla piattaforma. Questo anche perché Google sta lavorando per togliere i cookies entro il 2023 e questo vuol dire che il futuro della vendita e della pubblicità si sposterà in parte direttamente sui social. Va da se che questa diventa un’ottima opportunità per vendere anche biglietti, cd, merchandising e quant’altro.
È importante dunque considerare questa opportunità. Attenzione però, non si può aprire uno shop sui social se i nostri account e pagine non godono di buona salute.
Preparate perciò il negozio prima di allestire la vetrina. 

 4. Facebook ADV

Forbes lo mette al settimo posto: 
“For the overall reach it offers, you can’t beat Facebook advertising”.
Un trend che abbiamo visto già negli ultimi anni ma che in futuro sarà particolarmente evidente. Non si può prevedere un calendario editoriale senza un investimento pubblicitario.  Anche qui va gestita al meglio anche la parte organica perché chiunque capiti sulla vostra pubblicità poi dovrà avere un riscontro qualitativo anche nelle vostre pagine. Se non si è in grado di fare un ADV su Facebook meglio non buttare i soldi improvvisandosi ma è sempre meglio rivolgersi ad esperti. 

5. Il metaverso e la realtà aumentata.
Sarà l’anno del vero lancio del metaverso, dell’Oculus, della realtà aumentata. 
Le potenzialità sono infinite e infinite saranno anche le possibilità di fare promozione. Non bisogna subito storcere il naso verso novità di questo genere pensando “ma la musica classica cosa c’entra con tutto ciò?” Niente potrà sostituire il concerto dal vivo ma qui si sta dando l’opportunità di integrare un contenuto, un concerto, una conferenza e farli fruire in tutto il mondo offrendo un’esperienza sensoriale a 360 gradi, non stiamo parlando del concerto in streaming registrato con il cellulare. Ve ne parleremo anche noi nel 2022!!

Ricevi tutte le novità in anteprima dal mondo dei social, del marketing della musica classica direttamente sulla tua mail.