L’impatto ambientale della musica. Cinque piccoli consigli

Impatto ambientale musica

L’impatto ambientale della musica. Cinque piccoli consigli

Con la giornata mondiale della terra abbiamo riflettuto. Riflettuto sulla responsabilità individuale.
E dato che ci occupiamo di musica ci è sembrato doveroso ragionare anche sull’impatto ambientale che essa può avere sull’ambiente.

Si è parlato molto dell’inquinamento causato dalle migliaia di persone che assistono ai grandi concerti rock. Per fortuna ultimamente, grazie alla sensibilità di alcuni artisti, si è iniziata una strada, ancora molto lunga da percorrere, verso una maggiore sostenibilità di alcuni eventi.

Non pensiamo però che gli spettacoli, i concerti nei teatri, i piccoli festival non abbiano un impatto ambientale.

Vogliamo calcolare le migliaia di biglietti che vengono stampate nei botteghini?

Per non parlare delle ormai inutili brochure plastificate che finiscono per terra o nei cestini sbagliati.
E le bottigliette e i bicchieri di plastica venduti nei bar dei foyer del teatro?
Vogliamo continuare?

Certo, ora verrebbe da dire. Ma con la crisi che stiamo attraversando non possiamo permetterci di investire soldi in altro. Eppure le soluzioni potrebbero non richiedere un grande investimento e sono a portata di mano.

Non vi sembra un paradosso che possono convivere i QR Code e gli Smartphone con la dicitura, veramente old fashion, “STAMPA QUESTO BIGLIETTO” e presentalo al botteghino?

Anche qui il digitale ci potrebbe dare una mano senza spendere un capitale, anzi, direi che si potrebbe risparmiare in carta, inchiostro e soldi.

Vogliamo ragionare insieme su cosa si potrebbe fare?

Noi abbiamo pensato a cinque semplicissime abitudini che potrebbero essere adottate già dalle prime riaperture.

  • Biglietti digitali
  • QR Code per le brochure
  • Programmi di sala digitali a disposizione anche prima dei concerti
  • La raccolta differenziata nei teatri
  • Vietata la vendita di plastica monouso

Perché sapete che c’è tutto un mondo là fuori, vostro potenziale pubblico, che è molto sensibile alla questione ambientale? Questo pubblico aumenterà e vi sceglierà perché siete differenti e diciamolo, pure più fichi!

Curate l’ambiente e fate la differenza, conviene anche a voi!

Roberta Capotondi
Communication Manager e Social Media Coordinator

Leggi anche Il Giorno della Terra, celebriamolo con la musica.

Leggi