Creatività e campagne social per le istituzioni culturali

Campagna Social Risonanze

Creatività e campagne social per le istituzioni culturali

Un’istituzione culturale proprio come un’azienda deve necessariamente intraprendere un percorso di riflessione  sulla propria identità e i propri valori se vuole essere di nuovo competitiva sul mercato.

Sì, perché le regole sul piano comunicativo sono cambiate, sono cambiati i mezzi e  sta cambiando il pubblico. Non basta più un cartellone pubblicitario, non basta rinnovare un logo.

Dietro al rinnovamento di un marchio c’è uno studio approfondito sull’identità dell’azienda, visiva e verbale.

Comunicare i propri valori per essere riconoscibili, per emergere, per fidelizzare il pubblico e trovarne di nuovo.

La nuova era digitale ci mette davanti un pubblico vastissimo, mai immaginato prima, ma bisogna sapercisi muovere e imparare ad usare il linguaggio giusto.

Leggi anche

Le istituzioni ma anche le associazioni, le scuole di musica, i conservatori che si rivolgono a noi si dividono in due categorie:
– chi ha la coscienza dei propri valori, spesso centenari, ma non li sa comunicare,
– e chi invece non ha coscienza dei propri valori e del loro enorme potenziale.

Noi crediamo che la comunicazione dei valori e la creatività siano i sentieri paralleli da percorrere per far amare e conoscere la musica classica da sempre più persone.

Vuoi sapere cosa possiamo fare per te?

Come è nata la campagna social.

Dopo uno studio attento del Festival, la storia, le passate edizioni e l’analisi del materiale nei dettagli, abbiamo iniziato il confronto con il cliente, presentando varie linee creative.
Bisogna capire la visione, l’obiettivo e l’anima del progetto e non ultimo la personalità.
Ma soprattutto a volte è necessario leggere tra le righe e saper interpretare il vero desiderio, cosa si vorrebbe comunicare con una campagna social e quanto si è disposti a osare.

Il concept.

Per il Risonanze Festival abbiamo ideato un concept modellato intorno all’anima green della rassegna: la natura e la musica. Gli abeti di risonanza, la musica che risuona in ogni elemento della terra, la libertà che poteva suscitare questo festival in un periodo di restrizioni e non ultimo il luogo, a dir poco eccezionale. Le montagne, gli alberi, gli animali come protagonisti e amici, la natura che ci aspetta e ci accoglie come in un abbraccio. Non è poi quello che tutti ci aspettavamo e ci aspettiamo ancora?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.Ci siamo anche chiesti, cosa desidera il pubblico oggi dopo un anno di divieti?

Il poter fare. Baciare, abbracciare, toccare, essere liberi di entrare, di gustare, condividere e stare all’aria aperta.

Da qui parte anche la creazione della catchphrase “da noi si può“. Un hashtag #danoisipuò appunto pensato per il Risonanze Festival che avrebbe dato il mood a tutta la manifestazione e che ha guidato il tono di voce.

Dopo un’attenta analisi del pubblico, sia quello delle passate edizioni che quello social, abbiamo pensato al tono da dare alla campagna e abbiamo ideato un tono informale, positivo, family e dog friendly. Anche la moderazione delle interazioni è pensata con lo stesso criterio. Tutto deve essere curato e in linea con la stessa comunicazione.

Definita la creatività si passa alla strutturazione della strategia di digital marketing della campagna.
Avete presente quando Facebook vi dice “metti in evidenza il post”?
Non sembra tutto così facile? In realtà farlo senza una strategia e una conoscenza professionale vuol dire non raggiungere l’obiettivo e buttare soldi e tempo.

Leggi anche 


Perché?
Una strategia di digital marketing si realizza con competenze tecniche e professionali ben definite che partono dalla conoscenza approfondita del target di riferimento e del nuovo pubblico che si vuole raggiungere. Si sceglie l’obiettivo della campagna, il budget in base a diversi criteri, la durata, l’orario, anch’esso studiato. Insomma nulla è lasciato al caso.

Quando si parla di campagne sponsorizzate su Facebook si pensa di dover investire milioni di euro per avere efficacia. In realtà il budget può essere contenuto e ben ottimizzato se gestito professionalmente.

La questione principale da cui si parte è capire l’obiettivo: devo arrivare a milioni di persone o dovrei raggiungere il mio pubblico?

La campagna di Risonanze è andata molto bene. Ce lo dicono i risultati.
Oltre 500.000 persone raggiunte.
Centinaia di condivisioni, commenti, thruplay per un festival che ha raggiunto il sold out praticamente in tutti gli eventi in programma. La copertura organica e le interazioni sono state molto alte e siamo molto soddisfatti perché ancora una volta ci conferma che se i social vengono usati con professionalità portano inevitabilmente risultati soddisfacenti che contribuiscono ad aumentare e rinnovare il pubblico della musica classica.

Noi crediamo che la comunicazione dei valori e la creatività siano i sentieri paralleli da percorrere per far amare e conoscere la musica classica da sempre più persone.

Guarda le creatività realizzate da Amusart

Vuoi sapere cosa possiamo fare per te?