PIANOLINK INTERNATIONAL AMATEURS COMPETITION 2022

PIANOLINK INTERNATIONAL AMATEURS COMPETITION 2022

Al via la terza edizione del Concorso Internazionale PianoLink dedicato ai pianisti amatori ed appassionati, ossia artisti ad un ottimo livello musicale ma che non fanno della musica la loro professione. Questo concorso offre loro la stupenda possibilità di confrontarsi con una giuria di calibro internazionale, e mettere in campo le proprie qualità artistiche con entusiasmo e passione.

Dopo il successo delle precedenti due edizioni, che hanno visto la partecipazione di oltre 75 concorrenti provenienti da 25 nazioni diverse, l’Associazione Musicale PianoLink di Milano, in collaborazione con Bösendorfer Europe, Yamaha Music Europe branch Italy e CremonaMusica International Exhibitions and Festival, ha deciso di proseguire questa avventura con la terza edizione, che ha aperto le iscrizioni fino al 31 Luglio 2022.

Clicca sul pulsante qui sotto per scoprire come
iscriversi
al concorso


Iscrizioni e condizioni

La conferenza stampa

Venerdì 20 Maggio si è tenuta la prima conferenza stampa con gli interventi dei membri della commissione giudicatrice del #PIAC, composta da:

– Olga Kern (RUS), presidente di giuria;
– Vovka Ashkenazy (RUS);
– Anna Kravtchenko (UKR/ITA);
– Enrica Ciccarelli (ITA);
– Jed Distler (USA)

Alla presentazione sono intervenuti, oltre alla Giuria, anche i Direttori Artistici Andrea Vizzini e Roberto ProssedaIlaria Seghizzi, Product Manager di Cremona Musica; Giovanni Iannantuoni, Senior Manager Piano Strategy & Marketing Yamaha Music Europe branch Italy.

I maestri della giuria, degna dei più grandi concorsi pianistici del mondo, hanno accettato con entusiasmo questo incarico, convinti che il mondo degli amatori sia affascinante e pieno di sorprese, fatto di passione, amore, studio e rispetto per la musica, prescindendo da qualsiasi interesse economico.

Per i concorrenti amatori sarà sicuramente motivo di grande stimolo ed orgoglio esibirsi di fronte ad una giuria di prestigio, una competizione in cui si respira l’aria dei grandi concorsi pianistici come il Busoni ed il Van Cliburn.

Alla fine del concorso saranno scelti 5 vincitori e l’assegnazione dei premi avverrà in occasione dell’esibizione al MiAmOr Music Festival 2023. Il Primo Premio Assoluto sarà assegnato al candidato ritenuto particolarmente meritevole dalla giuria, e prevede un workshop annuale di Pianoforte e Orchestra in Europa e Concerto dei Vincitori a Milano e San Pietroburgo.

Scopri di più sulla giuria, premi, categorie e condizioni di ammissione del PianoLink International
Amateurs Competition


Scopri di più sul PIAC

Di seguito riportiamo un breve passaggio di Giovanni Iannantuoni, senior manager Piano Strategy & Marketing Yamaha Music Europe branch Italy, intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione:

“Nel 2013 abbiamo condotto un’approfondita ricerca di mercato e abbiamo dedotto che la fascia di persone disponibili ad acquistare un pianoforte era proprio quella degli amatori […]. La parte etica e sociale del progetto PIAC potrebbe permettere alla cultura musicale di diffondersi in modo molto più veloce. Fare musica insieme, studiare musica, approcciarsi alla musica, permette alle persone di sviluppare quelle attitudini che ne fanno cittadini migliori, e quindi la capacità di cooperare, di confrontarsi con gli altri, di migliorare la propria autostima.”

È importante valorizzare il prezioso contributo che il mondo degli amatori dà all’intero universo musicale, condividendo la loro passione, frequentando concerti, leggendo riviste, coltivando semplicemente il loro amore per la musica .

Iniziative di questo tipo ci ricordano quanto sia importante la divulgazione dell’arte a qualsiasi livello, e che studiare musica non significa solo provare a diventare dei professionisti, ma vivere di bellezza.

Amusart è entusiasta di essere social media partner di questa terza edizione PIAC 2022.


Iscriviti alla nostra newsletter

In una delle nostre recenti interviste della rubrica “Parliamone con”, Tiziana Tentoni (Ceo & general manager di Amusart) ha intervistato Giovanni Innantuoni.

Giovanni Iannantuoni lavora da 33 anni in Yamaha Music Europe, periodo in cui ha compreso quanto sia importante identificarsi nella propria filosofia aziendale. La mission di #Yamaha è quella di contribuire al miglioramento della società civile attraverso la diffusione dell’educazione e della cultura musicale, principio cardine che incontriamo anche nel PIAC.

Nell’intervista Iannantuoni ci racconta quanto è importante nella musica classica stabilire un assetto comunicativo ed organizzativo in grado di rivolgersi a tutti (appassionati, amici, curiosi), e non solo a pochi specialisti. Seguono alcuni preziosi consigli ai giovani musicisti su come avviare una carriera unica e di successo. [Clicca qui per guardare l’intervista]

Teresa Acanfora
Content creator per Amusart


Iscriviti alla nostra newsletter