Cinque caratteristiche che deve avere un sito internet nel 2021

Cinque caratteristiche che deve avere un sito internet nel 2021

Sono tante le caratteristiche che deve avere un sito internet per essere efficace. Cosa significa efficace?

Deve essere trovato prima di tutto. Poi, una volta superato questo “ostacolo” deve essere in grado di trattenere l’utente, dargli la migliore esperienza possibile, portarlo all’azione (iscrizione, informazione, fidelizzazione, vendita) e sperare che torni presto.

Noi spesso lo chiamiamo “casa sul web” per avere un’idea più semplice e chiara di come dovrebbe essere.
Dovrebbe essere una casa comoda, dove è facile entrare. Una casa dove posso muovermi liberamente, dove capisco a colpo d’occhio la struttura, dove sono le stanze e se mi serve il bagno, lo trovo. In fondo a destra.

Immaginiamolo come un open space più che come un castello stregato. L’ospite ha poco tempo e vuole vedere se la casa è di suo gradimento e se si sente a suo agio. Questo nel giro di trenta secondi.

Non mettere i festoni, pop-up e cose strane per attirare l’attenzione,  non serve, anzi vieni in questo modo penalizzato. 

 

Vuoi conoscere Amusart?

Ora noi lo romanziamo così, ma ci sono caratteristiche ben precise che ogni sito dovrebbe avere per essere un buon sito. Lo abbiamo già scritto qualche giorno fa, anche Google ci da delle indicazioni ben precise. Sono tanti, anzi tantissimi i parametri di posizionamento che vengono presi in considerazione.

Ne abbiamo scelti cinque, secondo noi fondamentali. Possiamo intanto partire da lì.

Le esigenze di musicisti, ensemble e istituzioni musicali sono molto diverse. Chi ha bisogno di un sito vetrina, chi vuole promuovere la propria musica, nuovi cd, un progetto particolare, chi invece vuole far conoscere il nuovo Brand, nuovi corsi, la stagione.  

Tutti i siti web però, con tutte le esigenze diverse, devono avere necessariamente queste caratteristiche.

Ecco cinque caratteristiche fondamentali che deve avere un sito nel 2021

  1. Mobile First
    La mettiamo per prima perché è diventata una priorità assoluta! Come potete immaginare la maggior parte del traffico internet viene da Mobile quindi il sito deve tener conto di questo ed essere pensato con un layout grafico che privilegi la navigazione da Smartphone.
  2. Responsive.
    Ultimamente abbiamo visto una riuscitissima pubblicità di Euronics dove Mara Maionchi finge di non capire cosa significhi Responsive. Una situazione che forse è capitata anche ad altri. Quando si dice sito internet Responsive significa appunto che è pensato per adattarsi ai vari dispositivi mobili, desktop, telefono, tablet. Non solo, è proprio uno dei parametri dichiarati da Google, i siti meglio ottimizzati per Smarthphone compariranno per primi nelle ricerche.
  3. Velocità
    Altro parametro importantissimo è la velocità.
    Il caricamento della home page in particolar modo deve essere immediato.
    Quanti secondi aspetti prima di perdere la pazienza davanti ad un sito che non si apre? Soprattutto se è un sito su cui arrivi per la prima volta. Dici, non funziona. Anche questo un parametro per l’ottimizzazione e per apparire per primi nelle ricerche. Ci sono strumenti, completamente gratuiti, messi a disposizione da Google, per vedere lo stato del sito e la sua velocità.
  4. Usabilità.
    Usa che? Sì, si chiama così la facilità con cui l’utente trova le informazioni sul sito. La UX, User Experience, come viene definita, gioca un ruolo fondamentale sia nell’indicizzazione del nostro sito ma anche nella conversione degli utenti in qualcosa di più che sia un’iscrizione ad una newsletter o la vendita di un prodotto. In quest’ottica il sito deve essere: Leggibile. Assolutamente da evitare caratteri strani, pagine colorate, grafiche ingombranti. Il linguaggio deve essere comprensibile.
    Facile da navigare. Non importa dove voglio portare il mio ospite, l’importante è che questo “percorso” avvenga in modo semplice e lineare. Il visitatore deve arrivare da una parte all’altra del sito in maniera logica e saperci tornare.
  1. Struttura e Design
    Va da sé, che se il nostro obiettivo è quello della semplicità di navigazione, la struttura del sito deve avere una gerarchia logica che non lasci sorprese.
    Quando si aggiunge un pulsante, una call to action, bisogna considerare la posizione, luoghi dove l’utente è già abituato ad andare, dove si aspetta di trovarli. Anche la divisione in pagine e sotto pagine deve avere una struttura semplice e coerente. Altro parametro richiesto da Google. Anche quando si parla di design in termini di website si parla di coerenza. Che cosa significa? Significa che la grafica e il design del sito deve essere coerente al contenuto, adeguato quindi. Questo permetterà di “guadagnare punti” nei confronti di Google e cominciare a costruirsi una buona reputazione, altro parametro, di cui vi parleremo più in là.

Vuoi conoscere Amusart?

Tutti i website realizzati da Amusart